6 errori grammaticali in inglese da evitare

Ti ricordi le interminabili lezioni di grammatica a scuola? Non erano le tue preferite? Neanche le nostre, tuttavia avere una base di grammatica è essenziale per poter comunicare in inglese, come in qualsiasi altra lingua. Soprattutto perché ci sono dei piccoli errori che si tende a commettere sempre, e la maggior parte delle volte sono dovuti al fatto di non averli imparati bene fin dall’inizio.

Sappiamo che è difficile cambiare certe abitudini linguistiche però ne vale la pena, perché una volta interiorizzata la struttura corretta non commetterai più lo stesso errore. Per aiutarti, ti proponiamo un piccolo riassunto dei 6 errori più comuni:

1. Fewer vs. Less

Entrambe le parole si usano per indicare che qualcosa è in meno. Però in inglese si fa la differenza tra ciò che è numerabile e ciò che non lo è. Per esempio:

– There are fewer cars than yesterday. (Ci sono meno auto rispetto a ieri.)

– There is less water in the lake than last year. (C’è meno acqua nel lago rispetto all’anno scorso)

2. Good vs. Well

Le due parole rientrano in categorie grammaticali diverse, basta semplicemente imparare quali sono. Well è un avverbio, cioè descrive un’azione, mentre good è un aggettivo, descrive una cosa, un oggetto o una persona.

– You speak English very well. (Parli inglese molto bene.)

– You speak very good English. (Il tuo inglese è molto buono/Parli un inglese molto buono)

3. It’s vs. Its

Sì, un apostrofo può fare un’enorme differenza. It’s è l’abbreviazione di It is (esso è) e its (suo/sua/suoi/sue) è l’aggettivo possessivo e indica appartenenza.

It’s a great opportunity to learn English. (È una grande opportunità per imparare l’inglese)

The dog is looking for its toy. (Il cane sta cercando il suo giocattolo)

4. You’re vs. Your

Se hai capito l’esempio nel punto 3., anche questo ti risulterà facile. Vale la stessa spiegazione, you’re è l’abbreviazione di you are (tu sei) e your (tuo/tua/tuoi/tue) è il pronome possessivo.

You’re a good person. (Sei una brava persona)

Your shoes are untied. (Le tue scarpe sono slacciate)

5. ¿In, on o at?

Le preposizioni di tempo sono un altro argomento un po’ problematico. Con queste parole così brevi è facile sbagliare e quindi bisogna impararle bene, come sempre. In lo usiamo per parlare dei mesi, on per i giorni e at per eventi specifici.

In August I’m going to be on holiday. (Ad agosto sarò in vacanza.)

On Monday it will snow. (Lunedì nevicherà.)

At Christmas I’m going to see my family. (A Natale vedrò la mia famiglia.)

6. Plurali irregolari

Non voglio ripetermi ma puoi ben immaginare cosa succede con i plurali irregolari: non hanno una regola fissa di formazione (per questo sono irregolari) e proprio per questo bisogna stare attenti. Non tutti i plurali si formano aggiungendo la -s finale. Eccone alcuni esempi:

Child (Bambino/-a) -> Children

Woman (Donna) -> Women

Man (Uomo) -> Men

Person (Persona) -> People

Mouse (Topo) -> Mice

Foot (Piede) -> Feet

Fish (Pesce) -> Fish

Sheep (Pecora) -> Sheep

Potremmo continuare l’elenco all’infinito, ma non vogliamo spaventarti. Se ti concentri un po’ alla volta non ti verrà difficile, vedrai presto i tuoi progressi e ti accorgerai che parlare in maniera grammaticalmente corretta non è poi così complicato come sembra 😉

Iscriviti a ABA English
Scarica l’App gratuitamente